telefono        (+39) 06.55.30.15.04
 
          mail    studio.grimandi@email.it  

Cosa è e come funziona il Ricorso alla commissione Tributaria 2014

Il Ricorso alla Commissione Tributaria 2014 può essere esperito da coloro che ritengono illegittimo ed infondato nei loro confronti un atto emesso dall'Amministrazione finanziaria.


La proposizione di un ricorso di una cartella tributaria comporta dei costi rappresentati dall’obbligo di farsi assistere da un difensore e dal rischio, in caso di perdita del ricorso, di essere condannato al pagamento delle spese legali.

Il contribuente, prima di fare ricorso per un avviso di accertamento, di liquidazione o di una cartella esattoriale che ritiene illegittimi deve necessariamente valutare in termini di tempi e costi la possibilità di fare ricorso o meno del contenzioso tributario.

Per i contenziosi tributari, esistono 2 gradi di giudizio:
1) I° grado: la discussione del ricorso avviene dinanzi alla Commissione tributaria provinciale territorialmente competente, per gli atti concernenti:
- Agenzie delle Entrate
- Agenzia delle Dogane
- Territorio
- Enti locali
- Cartelle di pagamento e i provvedimenti emessi dagli Agenti della riscossione
 
2) Appello: la discussione del ricorso avviene dinnanzi alla Commissione tributaria regionale, per: l’impugnazione per le sentenze emesse dalle: Commissioni tributarie provinciali

Nota Bene: Contro le sentenze emesse e discusse davanti la Commissione tributaria regionale è possibile ricorrere alla Corte di Cassazione
 
Fonte: http://www.guidafisco.it/ricorso-commissione-tributaria-provinciale-regionale-656#ixzz385xLBcmO

Torna alla lista        Stampa



Home | Chi Siamo | Servizi | Consulenza | Aggiornamenti | Preventivo | Note Legali | Studio Grimandi | Contatti 


COPYRIGHT © Studio Grimandi - P.IVA 06849991002 - Tutti i diritti riservati